• Danny Caprio

The Darkest Nothing: Paraphrenia (Ita-Eng)



Probabilmente uno degli horror più attesi dai fan di tutto il mondo, The Darkest Nothing rappresenta una serie di film che ha come oggetto gli angoli bui del Deep Web e della psiche. In esclusiva nazionale vi sveleremo le ultimissime news riguardo il capitolo Paraphrenia grazie alle parole di Filip Halo, regista e produttore del progetto.


Carissimo Filip, potresti spiegare ai tuoi fan italiani l'intero progetto?


The Darkest Nothing Series si sta già costruendo una buona base di fan. Ho riflettuto molto prima di procedere all'intera produzione, perché prima di tutto sono anch'io spettatore e cinefilo. So cosa voglio vedere, cosa manca al cinema in questo momento. Non creo ciò che posso, creo la mia visione, ciò significa che sacrifico tutto per portare questo progetto al giusto livello e per restituire allo spettatore qualcosa che probabilmente cambierà la sua vita. È più grande di me, è più grande di quello che può fare un uomo. Penso che le persone riconoscano già tutti i dettagli, l'enorme ricerca che sta dietro, il fatto che tutto sia basato su eventi, crimini e situazioni reali al 100%. È anche molto singolare. Non copio nulla, ho abbastanza esperienza per creare i film più complicati e sofisticati, che sono ancora divertenti e forniscono saggezza e conoscenza, senza entrare nel territorio pretenzioso di "Arthouse". Il mio background teatrale mi ha aiutato ad avvicinarmi molto agli attori e alla recitazione, quindi questo è il primo passo. Gli attori dei film Darkest Nothing non sono persone a caso che si adattano alla parte. Suonano una versione diversa di se stessi, ma sono tutti piuttosto collegati alla loro parte, hanno trovato il collegamento tra le loro esperienze e ciò che il personaggio attraversa.

Gli script sono basati sul dialogo, ma ciò non significa che i film abbiano lunghi monologhi e scene noiose.

Ho il privilegio di girare e montare i film insieme a un team ristretto, così che non ho bisogno di inserire ogni singola descrizione negli script, salta molte delle descrizioni e dei dettagli noiosi, perché non ho bisogno di spiegameli una seconda volta, li tengo in una diversa sceneggiatura da "regista". Le ambientazioni sono reali, non ci sono set cinematografici falsi, gli oggetti di scena sono reali, le situazioni sono spaventose. Ciò fornisce un aspetto e una sensazione unici. D'altra parte mi concentro sui dettagli, accendendo trucchi che non sono mai stati fatti prima, sulla base della straordinaria gamma di filmati grezzi e di quanto è possibile manipolarli in seguito. Io non uso lo schermo verde, io uso le tecniche di pittura opaca old-school, fatto con il CGI moderno. In questo modo, non hai bisogno di luci artificiali sugli attori, lavori con ombre e contrasti reali, acquisisci la realtà del momento.

Gli spettatori amano l'autenticità, ogni spettatore è molto più intelligente del produttore medio o del direttore dello studio, non puoi ingannare lo spettatore. Se lo spettatore trova qualcosa di autentico, lo adora. The Darkest Nothing va contro gli stereotipi e i cliché, offre di più, senza chiedere molto. È una finestra aperta verso una nuova dimensione, una realtà più spaventosa, che fa sembrare la maggior parte dei film horror delle fiabe per bambini. Ma il messaggio non è la tortura, non è anti-umano. C'è speranza negli angoli più bui della mente umana, attraverso l'oscurità puoi trovare una vera luce brillante alla fine del tunnel. Le persone hanno istinti, sanno che questo progetto non è una cazzata.


Potresti darci, nei limiti del possibile, una breve descrizione della trama?


The Darkest Nothing esplora la psicologia del crimine e della perversione. Invece di un'unica direzione, i primi 8 film trattano le questioni più importanti del mondo oggi. Il personaggio principale, William Jameson, uno psichiatra con una teoria radicale molto audace sulla guarigione del trauma umano e della parafrenia (il termine usato per descrivere tutte le malattie mentali, invece della psicopatia o della schizofrenia, che sono più limitate a specifici tipi di affermazione mentale) è un veicolo per esplorare tutto ciò che è oscuro nel nostro mondo. Il titolo enfatizza le parole DARK and THING, che sono incluse nel titolo. Voglio dimostrare che gli elementi più macabri più macabri di questo pianeta sono ugualmente fatti dall'uomo, le cose oscure sono in realtà un prodotto delle nostre azioni e della nostra immaginazione, le facciamo apparire e sentirci più grandi. Allo stesso tempo, ci sono tragedie reali là fuori, ma causano troppo dolore alla maggior parte dei cineasti per toccarle e analizzarle. Ci sono ancora tabù e, finché non ci concentriamo su di loro, scegliamo di rimanere animali, sosteniamo la loro esistenza senza fare nulla.

William sceglie la sua strada dopo una tragedia così terribile nella sua vita, dopo aver perso sia la moglie che la figlia. Nessuna morte naturale, solo torture crudeli e inquietanti su entrambe, davanti ai suoi occhi. Un punto di svolta per un brillante psichiatra, che non ha nulla da perdere in seguito. Vuole rendere il mondo un po 'migliore, ma sceglie il sentiero oscuro. Ri-crea crimini orribili assurdi di fronte alla telecamera con grandi effetti visivi ed effetti speciali, mentre infonde parti intelligenti di elementi psico-terapeutici autoanalizzanti per lo spettatore. Non sa fino a che punto lo porterà, sa solo che può scuotere la terra, aiutare quelli che ne hanno bisogno e distruggere quelli che sono cattivi. Però non è un vero vigilante, è una forza. Non puoi cambiare il mondo combattendo, puoi solo creare terreno marcio all'interno del sistema per scuotere le sue fondamenta, facendone parte.


The Darkest Nothing è un titolo che si riferisce molto alla psiche umana ma c'è una buona dose di violenza nel film o si gioca esclusivamente sulla componente psicologica?


Non puoi analizzare la violenza evitando la violenza. Invece di mostrare ogni singolo dettaglio violento in primo piano, tengo sempre tutto realistico. Se passi da un incidente, i tuoi occhi non ingrandiscono per vedere la ferita in primo piano. Ma la vista terribile è lì. Lo senti, piuttosto che guardarlo da vicino. Questo è quello che sto facendo con gli elementi più violenti nei film di The Darkest Nothing. Anche se un effetto speciale costerebbe molto da produrre, non mi interessa, non è una questione di soldi. Ma non sostengo anche il detto "less is more", meno è sempre meno. Deve essere lì se fa parte della storia, e sì, c'è molta violenza all'interno degli 8 film, ma non esageratamente. La violenza deve ferire lo spettatore, questa è la mia regola, lui o lei deve sentire la stessa quantità di dolore. Solo allora, puoi giustificare qualsiasi tipo di vendetta. La violenza è falsa dallo psichiatra, mentre è reale da alcuni dei veri "cattivi" all'interno. Saranno odiati per davvero e le azioni contro di loro renderanno lo spettatore più forte e più felice, poiché hanno tutti il ​​peggior destino possibile. Ma non aspettarti morti facili come nella maggior parte dei film di Hollywood. In realtà la morte richiede molto tempo, tu spari a una persona e lui combatte immediatamente a causa di adrenalina nel suo corpo, non cade morto da un singolo proiettile. Il coltello può causare la morte per shock, ma questo è circa il 20 o il 30% di tutti i casi, la maggior parte delle vittime reagisce a lungo, prima di svenire. Tagliare una gamba a qualcuno non lo fa urlare, urla una volta e non sembra nei film. Il sangue non vola come in cartoni animati giapponesi di schizzi di anime, è comico o malato. Sto ricreando la violenza realistica, come ho studiato questi video negli ultimi vent'anni. L'elemento più importante però è la psicologia dietro ogni azione. Cosa dicono gli occhi di ogni persona. Il dialogo all'interno di tutti i film di Darkest Nothing farà molto più male di qualsiasi scena violenta, ti porterà faccia a faccia con le parti del tuo cervello, che vorresti evitare. È più vicino al terrore psicologico, senza elementi di orrore del corpo, piuttosto che qualsiasi altra cosa.




Come è nato questo progetto?


Ho scritto il primo racconto quando avevo 15 anni, dal nulla. Non so ancora cosa abbia ispirato il nocciolo della storia. Credo che sia una combinazione delle mie esperienze personali da adolescente, specialmente in Germania, dove ho affrontato più volte gore e orrore di fronte ai miei occhi. La parte creativa del mio cervello, ha costruito qualcosa su una femmina delirante, che si suicida, mentre crede di essere perseguitata da un uomo temibile. Incolpava i suoi bisogni sessuali, mentre lei credeva fermamente che la sua famiglia avesse attraversato una serie di tragedie, mentre tutto era solo una bugia nella sua mente. Voleva essere la vittima definitiva. Allora non avevo idea di come la psicologia spiegasse casi così estremi e quella storia mi ha ossessionato per anni dopo averlo scritto.

Ho iniziato a studiare il macabro all'età di 16 anni, dopo una serie di incubi notturni di grande effetto, che ricordo ancora oggi con tutti i dettagli. Ho sogni "normali" come tutti, ma c'è un tipo speciale di sogno, quasi delirante di tanto in tanto, che ha un inizio, una trama complicata e un finale. Non c'è alcun tipo di studio su quei tipi di sogni, in quanto sono molto rari tra gli umani. La complessità delle trame e quanto fossero diverse da tutto ciò che ho visto nei film, mi ha costretto a studiare il cinema e la letteratura ancora più a fondo. Ho esplorato ogni tipo di oscuro film raro o addirittura bandito, perché ero curioso di scoprire se i miei incubi sono stati parte del mio DNA per qualche ragione, se qualcun altro ha visto qualcosa di simile alle trame che stavo guardando mentre dormivo. Ad oggi, sebbene molto impressionato da alcuni film, non c'è nulla di simile a ciò che ho visto nel mio cervello. Quei sogni mi hanno insegnato metodi di editing, illuminazione, angoli di ripresa, che nessuno usa, dettagli della trama e complessità, che mi hanno sconvolto molte volte. La prima bozza di "Paraphrenia" è stata intitolata DELIRIUM ed è riuscita a spaventare un sacco di persone, perché è andata a luoghi in psicologia e situazioni tra umani e familiari, a cui non si vorrebbe mai andare. C'è stato un produttore nel 2007, che mi ha chiesto di creare un thriller erotico soft di Delirium, e sono molto felice che quella cosa non sia mai accaduta. Sono tornato alla storia originale, prima due bozze e note nel 2015, molto più saggio, con una serie di importanti esperienze personali, e ho creato una sceneggiatura, che era così flessibile come un videogioco con una mappa del mondo aperta al suo interno. È un universo cinematografico, così complesso, che rende la realtà semplice. D'altra parte, ero in grado di gestire significati difficili e psicologia più profonda, senza intaccare il valore divertente, lavorando su 6 diversi livelli di scrittura di sceneggiature. Non sarai mai in grado di dire o immaginare quale sia il fondamento, il primo strato di Parafrenia, quale genere e che tipo di storia. Non sarai mai in grado di dire che ci sono i tre atti classici all'interno della sceneggiatura, le regole e la struttura del cinema classico, perché questo è il livello numero 2. Il terzo strato è un pacchetto malato di innumerevoli riferimenti ad altri film, canzoni e real crimini, che creano un dialogo con o addirittura criticano quegli elementi originali, invece di essere qualcosa come un tributo. Il quarto livello è il dialogo complesso, con ogni singola riga con due significati diversi. Il quinto strato è l'overdose di informazioni, per influenzare la parte subconscia del cervello dello spettatore, mentre si guarda il film, senza perdere la trama di base. Lo strato finale di questa torta è l'intrattenimento, in quanto sostengo pienamente gli spettatori, che vogliono guardare un film fantastico e non un noioso dramma pretenzioso e profondo senza significato. Alla fine, ognuno avrà un'esperienza unica, che diventerà diversa la seconda volta che guarderà il film, e credetemi tutti lo faranno.





In base a quali criteri hai selezionato il Cast?


Trovare il cast giusto è complicato, a volte ti fidi delle tue viscere, a volte una persona è perfetta per una parte anche se ti odi l'un l'altra per la fine di essa. In Germania è piuttosto difficile trovare madrelingua inglese, ma ho trovato dei modi per aggirare questo problema. D'altra parte, gli agenti sono per lo più idioti, non spingono la proposta in avanti agli attori, come in Europa e soprattutto in Germania odiano tutto ciò che riguarda il thriller e l'orrore. Stanno anche cercando solo film e serie, supportati dai due canali statali o dai centri di finanziamento. Questo mi porta a scelte alternative, che adoro un po 'più del tipo medio "limitato" di attori, che suonano per lo più nei film drammatici o televisivi europei di Arthouse e che costantemente si sovrappongono. Alcuni degli attori mi hanno trovato, alcuni sono diventati amici intimi dopo le riprese, perché tutti amano l'esperienza unica e il modo in cui scatto tutto. Hai ancora bisogno di un po 'di fortuna per trovare tutte le persone giuste fino alla fine, ma credo di essere molto vicino e sono orgoglioso delle mie scelte finora.


Potrei anche sbagliarmi ma, da alcuni screenshot, mi è sembrato di vedere qualcosa simile a The Saw. Hai preso ispirazione da quel film?


Molte persone hanno già confrontato il teaser e la clip con SAW, qualcosa che all'inizio sembra un complimento. Dopo tutto, il franchise SAW ha molto successo e ha una grande base di fan. La parafrenia non è simile a SAW, sebbene il personaggio William / NEURON (la mente scheletrata mascherata che si vede nel teaser), abbia creato la voce intenzionalmente studiando Pinhead di Hellraiser e John Kramer di SAW. La voce non è manipolata, questa è la mia voce naturale con un po 'di eco dal set enorme. Per quanto mi piaccia il primo film di SAW, odio ciò che fanno i film di "torture porn", e inoltre non apprezzo le enormi lacune nelle sceneggiature. Hai bisogno di un intero equipaggio per catturare persone, per creare tutti quei dispositivi, per comprare tutti quei pezzi per creare le trappole, per affittare posti enormi, odio che nessuno noti mai nulla e la polizia è presumibilmente così stupida nella maggior parte dei thriller hollywoodiani. In Paraphrenia non c'è morte all'interno della Sala Rossa, tutto viene fatto con effetti speciali per lo spettacolo all'interno del film. Questo era l'unico scopo, se già credi che questo sia tortuoso e vicino a SAW come spettatore, erano le intenzioni dello psichiatra per gli spettatori del suo spettacolo, far credere loro che fosse reale ed è una vera Stanza Rossa . La domanda è solo se il gruppo lo perderà e lo farà per davvero alla fine dell'intero spettacolo. E sì, hai bisogno di un intero equipaggio, lo faccio in modo molto chiaro, Neuron ha circa 20 o più persone per aiutarlo, sta usando un software esistente per le Illusioni, che i maghi usano per i loro spettacoli dal vivo, con sostituzioni di ambienti 3D e mappatura, server e attrezzature specifici e una serie di potenti proiettori. Ogni singolo dettaglio è realistico, perché odio la "libertà" cinematografica e le stupide spiegazioni. Il film si avvicina ad altri 3 film, piuttosto che essere vicino a SAW. La Brood and Videodrome di Cronenberg e Zulawski's Possession e la quarta Barker's Hellraiser, che rappresenta il 50% del remake di Possession, con l'aggiunta di elementi come i cenobiti e la cultura e la scena BDSM degli anni '80. Ecco perché Neuron li menziona nella prima clip, il suo gruppo rappresenta quei demoni in un modo o nell'altro, mentre sta studiando perché il dolore sia così attraente per così tante persone. Il videodramma era in anticipo sui tempi, The Brood ha trovato un modo per spiegare l'energia psicosomatica e il Possession ha chiarito che non importa quanto cerchiamo di cambiare, saremo sempre un pericolo per i nostri figli e per gli altri.


Ci sono state scene complicate da girare?


Due delle scene in Paraphrenia sono risultate piuttosto pericolose, quella che utilizzava un vero trapano e l'altra col fuoco. Prendo tutte le precauzioni, ma c'è sempre qualche rischio, quando così tante persone lavorano insieme come una squadra. Credo che il problema a volte sia che alcune persone sono affascinate dall'intero set, dalla location insieme a così tante strane luci, nessun suono, nessun generatore di energia, odori reali, vero fuoco, dopo aver gridato, tutti si sono fermati, mentre la torcia era sputa ancora fuoco dappertutto. Il trapano e l'intera azione, d'altra parte, hanno spaventato a morte la crew, perché le istruzioni per l'attrice sono state date in una lingua diversa, che non hanno capito. Il seminterrato nell'enorme fabbrica abbandonata della Seconda Guerra Mondiale era molto spaventoso, c'era polvere di ferro dappertutto, alcune vecchie bambole raccapriccianti in alcune stanze.


L'elemento più complicato è trovare il giusto feeling, il giusto umore di ogni personaggio. Se fornisci il set reale, la situazione reale e lo script giusto, metà del lavoro è fatto. Non faccio molte riprese, a causa del fatto, che i primi due o tre sono già al 100% quello che voglio, in base alla preparazione e all'intero ambiente. Ci sono ancora due o tre scene complesse da girare, ma le più difficili saranno probabilmente in ALGOLAGNIA e in GINFAGIA, quindi ci saranno altre cose di cui parlare abbastanza presto.


Che aria tirava sul set? Sono avvenuti fenomeni "strani" durante le riprese?


I posti che scelgo sono raccapriccianti e hanno le loro leggende. Mentre sono lì, divento uno con l'intero posto, quindi probabilmente non sono la persona giusta per chiedere notizie su eventi strani o avere una strana sensazione lì. Dò quell'energia unica al mio cast e alla mia squadra, poiché si sentono in qualche modo protetti. Non so esattamente cosa sia, ma è sempre stato così. Non visiterei mai posti spettrali da solo come turista, ma nel momento in cui reggo una macchina fotografica o sto girando una scena per un film, tutto cambia, divento un tutt'uno con la natura e l'intero posto. Un paio di persone hanno riportato alcune strane cose all'interno dell'enorme fabbrica, mentre stavamo girando, alcuni risultati molto strani e alcuni suoni, ma per me tutto stava funzionando per l'atmosfera del film. Se c'è qualche tipo di energia là fuori, penso che sia felice di come tratto il posto e le situazioni che sto creando. Detto questo, la maggior parte delle persone non avrebbe mai il coraggio di esplorare quella fabbrica e altri posti in cui sto girando.


Potresti anticiparci qualcosa che non avete ancora detto a nessuno riguardo Paraphrenia?


C'è una svolta enorme in Paraphrenia, ma non posso ancora parlarne. Posso comunque dirti un paio di segreti. Prima di tutto, credo di distruggere la classica struttura del film. I primi cinque minuti di Paraphrenia non saranno promossi in nessun teaser o trailer, sono un film completo per conto proprio. Non sarai preparato per l'impatto improvviso. Odio i brividi del salto, voglio costringerti ad avere uno spavento in salto lungo cinque minuti, se sopravvivi, sai che ci sono ancora quasi 100 minuti per andare ancora più in profondità in un territorio sconosciuto. Se sei debole, è meglio andarsene, ma la maggior parte degli spettatori sarà inchiodata ai loro posti, a causa del soggetto e della sua sensibilità.

Un'altra cosa interessante, è che Paraphrenia contiene così tante informazioni su tutti gli altri film di Darkest Nothing, che dovrai esplorare molte volte per localizzare ogni singolo elemento. Il montaggio contiene elementi e scatti, che l'occhio non riesce a catturare durante la prima visione, qualcosa che ho fatto con una prova del concept teaser nel 2016, mentre ancora sperimentavo gli elementi. Le cose che normalmente renderebbero un film un punteggio X, erano su YouTube, senza che nessuno se ne accorgesse. Quello che intendo con thriller psicologico, è che il film sta usando la psicologia nei confronti dello spettatore stesso. Quelle non sono uova di Pasqua come quelle in film come READY PLAYER ONE, questo è un diverso tipo di manipolazione positiva, quindi non preoccuparti se hai sogni o incubi strani dopo aver visto un film Darkest Nothing.





In futuro saresti propenso a realizzare un film che ha come tematiche quelle dello spiritismo?


Ci sono due significati per lo spiritismo per quanto ho capito. Il fatto che siamo spiriti immortali è già in parte provato, una persona muore, i vermi prendono parte del suo DNA, gli uccelli li mangiano, mangiamo gli uccelli o altri animali che li mangiano e così via. Una parte di tutti gli altri umani prima di noi, è ancora dentro ognuno di noi. Ma questo non spiega molto. L'universo per me è un singolo ecosistema, una sola colonia. Non possiamo ancora spiegare i tipi di energia, non abbiamo l'attrezzatura per farlo. In questo senso, vado già profondamente nel mondo spirituale, mentre sto cercando di capire il campo elettrico o magnetico o altri tipi di campi all'interno del cervello, che per me è una parte importante della psicologia. Il cervello è un computer molto potente, che consuma solo 20W di elettricità. Ma cos'è l'anima? Cosa motiva i nostri pensieri, i nostri bisogni, le nostre azioni? L'altro significato su una sorta di entità, che possiamo solo sentire, ma non siamo in grado di vedere, è qualcosa a cui ho pensato molto. Vedo una connessione tra quel tipo di energia invisibile e fortuna, incidenti o persino eventi cosmici. Credo che questo tipo di energia non sia consapevole, non si veda come un'entità. Questo è il motivo per cui non sostengo le teorie ei fantasmi del poltergeist nei film e nella letteratura, dove gli spiriti e l'energia sono descritti o rappresentati come figure in stile umano o in qualche tipo di mostro. Sto lavorando su un progetto del genere da alcuni anni ormai, ma cerco ancora di trovare la tecnologia giusta per creare ciò che credo possa fornire pensieri per un diverso tipo di indagine o persino di scoperta. Per rispondere alla tua domanda, credo nel Karma, che come parte di questo universo, non importa quanto siamo piccoli, dobbiamo fare del bene agli altri e all'ambiente, avere pensieri positivi, anche per le persone o i gruppi che ci hanno danneggiato , non importa quanto sia impossibile, e per cercare di non uccidere nulla, la vita è importante. Ciò significa anche che la nostra vita e la nostra entità sono ugualmente importanti, quindi dobbiamo proteggerlo nel caso qualcuno cerchi di danneggiarlo. Il significato del Karma è questo, la positività ti porterà bene da qualche altra parte, prima o poi. È questo lo spiritismo? Fa parte di esso. Faccio film per fornire tonnellate di informazioni imballate in due ore del tuo tempo, il mio "spirito" è felice quando lo faccio. L'universo ti sente e ascolta i tuoi pensieri. Alcuni lo chiamano Dio, altri li chiamano spiriti o fantasmi. Non amerai il mio punto di vista, perché credo che siamo una specie di parassita su questo pianeta. Siamo uguali a batteri o virus, abbiamo bisogno di conquistare e diffondere, pensiamo persino di trasferirci in nuovi pianeti. Molti di noi non sono spiriti felici, e ci preoccupiamo soprattutto di un numero limitato di persone. Voglio trovare modi nei miei film per connettere le persone, per avvicinarle. La prossima volta che senti il ​​bisogno di combattere qualcuno, prova ad abbracciarlo, anche la bestia più selvaggia là fuori capisce l'amore, e OK a volte leoni e tigri sono solo affamati, ma è provato che possono abbracciare, sentono l'amore, persino gli squali fanno, ricordano anche e restituiscono. Non può accadere in un solo momento, ma in qualche modo ci stiamo dirigendo verso un mondo migliore. Lo spiritismo è molto legato all'horror, l'horror è l'elemento più forte e la ragione per cui siamo ancora vivi, esattamente come il dolore. Il dolore non è una sensazione reale, è l'allarme di ogni singolo punto per qualcosa che va storto. È un'indicazione Senza prodezza e orrore, non costruiremmo mai case, automobili, elettricità. Al giorno d'oggi, possiamo soprattutto provare paura nei libri e nei film, e questo è molto salutare. Non mi fido delle persone che evitano i film dell'orrore, dato che la maggior parte di loro ha un numero di scheletri nei loro armadi. La paura dell'ignoto, ci avvicina e lo rende noto, lo rende accessibile. Gli spiriti o l'energia non sono cattivi, sono una forza, sono atomi di un tipo diverso, che i nostri occhi non possono vedere completamente. Tutto nell'universo è una sorta di materia, persino anti-materia. Dobbiamo accettarlo. Appoggio il macabro, una parola magnifica, esattamente come "AWE" (= deos in greco), una parola che descriveva la paura ultima dell'ignoto e includeva il rispetto. Creo film drammatici, amo gli elementi horror e suspense, ma devono avere una sostanza. In questo senso, il Darkest Nothing è più vicino allo spirito di qualsiasi altro film horror di tipo fantasma.


Grazie mille Filip!!!!! TheBlogDC ha apprezzato il tuo intervento esclusivo per l'ITALIA




ENGLISH


Your film is proving very successful, although it is still in production. What do you think has attracted people so much?


The Darkest Nothing movies are building up a fan base already. I have given a lot of thought before proceeding with the whole production, cause first of all I am a viewer and cinephile myself. I know what I want to watch, what's missing from cinema right now. I don't create what I can, I create my vision, that means that I sacrifice everything for bringing this project to the right level and for giving back to the viewer something that will probably change his or her life. It is bigger than me, it is bigger than what one man can do. I think that people already recognize all the fine details, the huge research behind it, the fact that everything is based on 100% real events, crimes and situations. It is also very unique. I do not copy anything, I have enough experience to create the most complicated and sophisticated movies, that are still entertaining and provide wisdom and knowledge, without getting into "Arthouse" pretentious territory. My theater background has helped me to come very close to actors and acting, so that is the first step. The actors inside the Darkest Nothing movies are not random people who fit the part. They play a different version of themselves, but they all pretty connected to their part, they have found the link between their own experiences and what the character goes through. The scripts are dialogue-based, but that doesn't mean that the movies have long monologues and boring scenes. I have the privilege of shooting and editing the movies together with a tight team, so that I don't need to put every single shot description in the scripts, I skip much of the boring descriptions and details, cause I don't need to explain them to myself a second time, I keep them in a different "director's" script. The locations are real, there aren't fake movie sets, the props are real, the situations are scary. That provides a unique look and feeling. On the other hand I focus on details, lighting tricks that have never been done before, based on the amazing range of the raw footage and how much you can manipulate it afterwards. I don't use green screen, I use the old-school matte painting techniques, done with modern CGI. That way, you don't need artificial lights on the actors, you work with real shadows and contrast, you capture the reality of the moment.

Viewers love authenticity, each viewer is much more clever than the average producer or studio manager, you cannot fool the viewer. If the viewer finds something authentic, he loves it. The Darkest Nothing goes against stereotypes and cliches, it offers more, without asking for much. It's an open window to a new dimension, a scarier reality, that makes most horror movies look like children's fairy tales. But the message is not the torture, is not anti-human. There is hope inside the darkest corners of the human mind, through darkness you can find a real bright light in the end of the tunnel. People have instincts, they know that this project is no bullshit.





Could you tell us what your movie is about?

The Darkest Nothing explores the psychology of crime and perversion. Instead of one single direction, the first 8 movies deal with the most important issues in the world today. The lead character, William Jameson, a psychiatrist with a very daring radical theory about healing human trauma and paraphrenia (the term used to describe all mental illnesses, instead of psychopathy or schizophrenia, that are more limited to specific types of mental statement) is a vehicle for exploring everything dark in our world. The title emphasizes the words DARK and THING, that are included in the DARKEST NOTHING. I want to prove that the darkest most gruesome elements on this planet, are equally human-made, the dark things are actually a product of our actions and our imagination, we make them look and feel bigger ourselves. At the same time, there are actual tragedies out there, but they cause too much pain for most filmmakers to touch them and analyze them. There are still taboos, and as long as we don't focus on them, we choose to remain animals, we support their existence by doing nothing.

William chooses his path after such a terrible tragedy in his life, after losing both his wife and daughter. No natural death, only cruel disturbing torturing on both, in front of his eyes. A turning point for a brilliant psychiatrist, who has nothing to lose afterwards. He wants to make the world a bit better, but he chooses the dark path. He re-creates absurd hideous crimes in front of the camera with great visuals and special effects, while infusing clever portions of self-analyzing psycho-therapeutic elements for the viewer. He doesn't know how far this will bring him, he only knows that he can shake the ground, help those who need it and destroy the ones, who are evil. He is not a true vigilante though, he is a force. You can't change the world by fighting, you can only create rotten ground inside the system to shake its foundation, by being part of it.


The Darkest Nothing is a title that refers a lot to the human psyche but is there a good dose of violence in the film or is it played exclusively on the psychology component?


You cannot analyze violence by avoiding violence. Instead of showing every single violent detail in close-up, I always keep everything realistic. If you pass by an accident, your eyes don't zoom in for you to see the wound in close-up. But the terrible sight is there. You feel it, rather than watching it up close. That is what I am doing with the most violent elements inside The Darkest Nothing movies. Even if a special effect would cost a lot to produce, I don't care, it's not a money shot. But I also don't support the saying "less is more", less is always less. It has to be there if it is part of the story, and yes, there is a lot of violence inside the 8 movies, but nothing for the shake of having a "cool" strong scene. Violence must hurt the viewer, that is my rule, he or she has to feel the equal amount of pain. Only then, you can justify any type of revenge. Violence is fake by the psychiatrist, while it is real by some of the real "villains" inside. They are going to be hated for real and the actions against them, will make the viewer stronger and happier, as they all have the worst fate possible. But don't expect any easy deaths like in most Hollywood movies. In reality death takes long to happen, you shoot a person and he immediately fights back due to adrenaline in his body, he doesn't drop dead by a single bullet. Knife can cause death by shock, but that is about 20 or 30% of all cases, most victims fight back for a long time, before passing out. Cutting someone's leg doesn't make him scream, he shouts once and it doesn't sound like in the movies. Blood doesn't fly around like in Anime splatter Japanese cartoons, that is comedic or sick. I am re-creating realistic violence, as I have studied such videos for the past twenty years. The most important element though, is the psychology behind every action. What the eyes of each person tell. Dialogue inside all of the Darkest Nothing movies will hurt far more than any violent scene, it will bring you face to face with the parts of your brain, that you want to avoid. It is closer to psychological terror, without body horror elements, rather than anything else.





How was the project born?


I have written the first short story when I was 15 years old, out of nowhere. I still don't know what has inspired the core of the story. I believe it is a combination of my own personal experiences as a teenager, especially in Germany, where I have faced gore and horror in front of my eyes several times. The creative part of my brain, constructed something about a delusional female, that commits suicide, while believing she is being stalked by a fearsome guy. She was blaming her sexual needs, while she strongly believed that her family had been through a number of tragedies, while everything was only a lie inside her own mind. She wanted to be the ultimate victim. Back then I had no idea, how psychology explains such extreme cases and that story has haunted me for years after I have written it.

I have started studying morbidity and the macabre at the age of 16, after a number of very impressive long nightmares, that I still remember to this day with all the fine details inside. I have "normal" dreams like everybody else, but there is a special type of dream, close to delusion from time to time, that has a beginning, a thick complicated plot and an ending. There isn't any type of study about those types of dreams, as they are very rare among humans. The complexity of the plots and how different they were from anything I have watched in movies, forced me to study cinema and literature even deeper. I have explored every type of obscure rare or even banned film, cause I was curious to find out if my nightmares have been part of my DNA for some reason, if anyone else has watched anything similar to the plots I was watching  while sleeping. To this day, although very impressed by some movies, there is nothing close to what I have watched inside my own brain. Those dreams have taught me editing methods, lighting, camera angles, that nobody uses, plot details and complexity, that blew my mind numerous times. The first draft of "Paraphrenia" was titled DELIRIUM and it has managed to scare a lot of people, because it went to places inside psychology and situations among humans and family members, that you never want to go to. There was a producer back in 2007, who has asked me to create a softcore erotic thriller out of Delirium, and I am very happy that that thing never happened. I went back to the original story, first two drafts and notes in 2015, much wiser, with a number of important personal experiences, and created a script, that was so flexible like a video game with an open world map inside it. It is a cinematic universe, so complex, that makes reality look simple. On the other hand, I was able to handle difficult meanings and deeper psychology, without affecting the entertaining value, by working on 6 different layers of script writing. You will never be able to tell or even imagine what the foundation, the first layer of Paraphrenia actually is, what genre and what kind of story. You will also never be able to tell that there are the three classic acts inside the script, the classic cinema rules and structure, cause that is layer number 2. The third layer is a sick pack of countless references to other movies, songs and real crimes, that create a dialogue with or even criticizing those original elements, instead of being something like a tribute. The fourth layer is the complex dialogue, with every single line having two different meanings. The fifth layer is the overdose of information, for affecting the subconscious part of the viewer's brain, while watching the movie, without losing the basic plot. The final layer of this cake, is entertainment, as I fully support the viewers, who want to watch a cool movie and not some boring deep pretentious drama with no meaning. By the end, everyone will have a unique experience, that will become different the second time he or she will watch the movie, and trust me they all will.



Filip Halo


Based on what you chose the cast?


Finding the right cast is complicated, sometimes you trust your guts, sometimes a person is perfect for a part even if you hate each other by the end of it. In Germany is kinda hard to find native English speakers, but I have found ways to go around this problem. On the other hand, agents are mostly jerks, they don't push the proposal forward to the actors, as in Europe and especially in Germany they hate everything related to thriller and to horror. They are also looking only for movies and series, that are supported by the two state channels or funding centers. That brings me to alternative choices, that I love a bit more than the average "limited" type of actors, that play mostly in Arthouse European dramas or television and constantly overact. Some of the actors have found me, some became close friends after the shootings, cause they all love the unique experience and how I shoot everything. You still need some luck to find all the right people to the very end, but I believe I am very close, and I am proud of my choices so far.


From something I saw on the teaser I noticed some slight analogy with Saw. I am wrong?


Many people have already compared the teaser and the clip to SAW, something that sounds kinda like a compliment at first. After all, the SAW franchise is very successful and has a big fan base. Paraphrenia is nothing like SAW, although the character William / NEURON (the skeleton-masked mastermind you see in the teaser), has created the voice intentionally by studying Pinhead from Hellraiser and John Kramer from SAW. The voice isn't manipulated, this is my natural voice with some echo from the huge set. As much as I like the first SAW movie, I hate what "torture porn" movies do, and I also don't appreciate the huge gaps in the scripts. You need a whole crew to capture people, to create all those devices, to buy all those pieces for creating the traps, for renting huge places, I hate that nobody ever notices anything and the police is supposedly so stupid in most Hollywood thrillers. In Paraphrenia there is no death inside the Red Room, everything is done with special effects for the show inside the movie. That was the whole purpose, if you already believe that this is torturing and close to SAW as a viewer, that was the intentions of the psychiatrist for the viewers of his show, to make them believe it is real and it is a real Red Room. The question is only if the group will lose it and do it for real by the end of the entire show. And yes, you need a whole crew, I specifically make that very clear, Neuron has about 20 or more people to help him, he is using an existing software for the Illusions, that magicians use for their live shows, with 3D environment replacements and mapping, specific servers and equipment and a number of strong projectors. Every single detail is realistic, cause I hate cinematic "freedom" and stupid explanations. The movie comes closer to 3 other movies, rather than being anywhere close to SAW. The Brood and Videodrome by Cronenberg and Zulawski's Possession, and as a fourth one Barker's Hellraiser, which is 50% the remake of Possession, with only added element being the cenobites and the 80's BDSM culture and scene. That is why Neuron mentions them in the first clip, his group represents those demons in one way or another, as he is studying why pain is so attractive to so many people. Videodrome was ahead of its time, The Brood found a way to explain psychosomatic energy and Possession made it clear, that no matter how much we try to change, we will always be a danger to our children and to others.


Can you tell me which scene was more complicated to shoot? Did some actors have trouble shooting scenes?


Two of the scenes in Paraphrenia were pretty dangerous, the one involving a real drill and the other fire. I take all precautions, but there is always some risk, when so many people work together as a team. I believe the problem sometimes is that some people are fascinated by the whole set, the location together with so many weird lights, no sound, no power generator, real smells, real fire, after shouting cut, everybody stood still, while the torch was still spitting fire all over the place. The drill and the whole action on the other hand scared the hell out of the crew, cause the instructions to the actress were given in a different language, that they didn't understand. The basement inside the huge abandoned World War II factory were very very scary, there was iron dust everywhere around, some real creepy old dolls in some of the rooms.


What air do you breathe on the set? Usually on horror films, legends of strange events are filmed on the set.


The places I choose are creepy and have their own legends. While being there, I become one with the whole place, so I am probably not the right person to ask about strange events or having a strange feeling there. I give that unique energy to my cast and crew, as they feel somehow protected. I don't know exactly what it is, but it was always like that. I would never visit spooky places on my own as a tourist, but the minute that I am holding a camera or I am shooting a scene for a movie, everything changes, I become one with nature and the whole place. A couple of people have reported some strange things inside the huge factory, while we were shooting, some very weird findings and some sounds, but for me everything was working for the mood of the movie. If there is any type of energy out there, I think it is happy with how I treat the place and the situations I am creating. That said, most people would never probably dare to explore that factory and some other places I am shooting in.


Something about the movie that you have not yet told other blogs?

There is a huge twist in Paraphrenia, but I cannot really talk about it yet. I can still tell you a couple of secrets though. First of all, I believe in destroying the classic movie structure. The first five minutes of Paraphrenia will not been promoted in any teaser or trailer, they are a full movie on their own. You will not be prepared for the sudden impact. I hate jump scares, I want to force you to have a five-minute long jump scare, if you survive it, you know that there are still almost 100 minutes left for you to go even deeper into unknown territory. If you are weak, you better leave, but most viewers will be nailed to their seats, because of the subject and how sensitive it is.

Another cool little thing, is that Paraphrenia contains so much information about all the other Darkest Nothing movies, that you will need to explore many times to locate each and every element. The editing contains elements and shots, that the eye cannot really catch during first view, something that I have done with a proof of concept teaser in 2016, while still experimenting with the elements. Things that normally would make a movie getting an X rating, were on YouTube, without anyone noticing. What I mean under psychological thriller, is that the movie is using psychology towards the viewer himself. Those are not Easter eggs like the ones in movies like READY PLAYER ONE, this is a different type of positive manipulation, so don't worry if you have weird dreams or nightmares after watching a Darkest Nothing movie.





Would you be interested in continuing your journey on horror films on a project related to spiritism?


There are two meanings to spiritism as far as I understand it. The fact that we are immortal spirits is already partly proven, a person dies, worms get part of his DNA, birds eat them, we eat the birds or other animals that eat them and so on. A part of all other humans before us, is still inside each and every one of us. But that doesn't explain much. The universe to me is one single ecosystem, one colony. We still cannot explain types of energy, we do not have the equipment for it. In that sense, I already go deep into the spiritual world, as I am trying to understand the electrical or magnetic or other types of fields inside the brain, which for me is a big part of psychology. The brain is a very powerful computer, that consumes only 20W of electricity. But what is the soul? What motivates our thoughts, our needs, our actions? The other meaning about some sort of entities, that we can only feel, but we are not able to see, is something that I have given a lot of thought to it. I see a connection between that kind of unseen energy and luck, accidents or even cosmic events. I believe that this type of energy is not conscious, doesn't see itself as an entity. That is the reason I do not support poltergeist theories and ghosts in movies and literature, where spirits and energy are described or depicted as human-style figures or some kind of monster. I am working on such a project for some years now, but I still try to find the right technology to create what I believe would provide thoughts for a different type of investigation or even discoveries. To answer your question, I believe in Karma, that as part of this universe, no matter how tiny we are, we need to do good to others and for the environment, to have positive thoughts, even for people or groups that have harmed us, no matter how impossible that is, and to try not to kill anything, life is important. That also means, that our own life and entity matters equally, so we need to protect it in case of someone trying to harm it. The meaning of Karma is that, the positivity will bring good to you from somewhere else, sooner or later. Is that spiritism? It is part of it. I make movies for providing tons of information packed into two hours of your time, my "spirit" is happy when I do that. The universe feels you and hears your thoughts. Some call it God, others call them spirits or ghosts. You will not love my point of view, as I believe we are some sort of parasite on this planet. We are equal to bacteria or a virus, we need to conquer and spread, we even think about moving into new planets. Most of us are not happy spirits, and we care mostly about a limited number of people. I want to find ways inside my movies to connect people, to bring them closer together. Next time you feel the need to fight someone, try to hug him, even the wildest beast out there understands love, and OK sometimes lions and tigers are just hungry, but it is proven that they can hug, they feel the love, even sharks do, they also remember and they give back. It cannot happen in one single moment, but we somehow are heading towards a better world. Spiritism is very much related to horror, horror is the strongest element and the reason we are still alive, exactly like pain. Pain is not an actual feeling, is the alarm of any single spot for something that goes wrong. It is an indication. Without feat and horror, we would never build houses, cars, electricity. Nowadays, we can mostly taste fear in books and movies, and that is very healthy. I do not trust people who avoid horror movies, as most of them have a number of skeletons in their closets. Fear of the unknown, brings us closer to it and makes it known, makes it accessible. Spirits or energy are not bad, they are a force, they are atoms of a different type, that our eyes cannot fully see. Everything in the universe is some sort of matter, even anti-matter. We need to accept that. I support the macabre, a magnificent word, exactly like "AWE" (=deos in Greek), a word that described the ultimate fear of the unknown and included respect. I create Dramatic movies, I love the horror and suspense elements, but they have to have a substance. In that meaning, the Darkest Nothing is closer to spiritsm than any ghost-type horror movie would ever be.



Thanks Filip!!!

55 visualizzazioni