• Uncle Smith

L'insolito incontro di Pino Zaccaria


Una scena del film

Nostalgia e ricordi del passato, un viaggio che colpisce lo spettatore più nostalgico e desideroso del suo ritorno a casa. Non ci troviamo di fronte ad un capolavoro cinematografico, lo dico in tutta sincerità, nè ad una perfezione di direzione artistica. Assolutamente no. E non posso asserire che la recitazione tocchi picchi altissimi. Ma "L'insolito incontro" ha quel #certononsoche di mistico e magico che riesce a risvegliare determinate emozioni ad un pubblico più adulto, un pubblico che ha vissuto l'esperienza dell'emigrazione e che respira l'aria di casa ormai perduta. L'insolito incontro è un ritorno al passato, un passato che non ci appartiene ma che ci lega alle nostre origini, alla nostra terra. Il rapporto con l'anziana donna è vissuto in prima persona, emotivamente il regista mostra la sua debolezza più intima per permettere di mostrarla e rendere partecipe lo spettatore creando quel "link", quel canale, che genera un moto di regressioni ataviche. Il ritmo è lento così come la sequenza di riprese, ma questo legato all'essere un first time filmmaker senza alcuna esperienza. Migliorerà di sicuro. La fascia di pubblico che lo ha votato è quella con età media più alta, dai 55 ai 65, garantendogli l'accesso all' Audience Award del #MedFF 2018 e giungendo al terzo posto. Il pubblico è sovrano e quando decide lui io, da umile amante del cinema, posso solo farmi da parte.




Pino Zaccaria (director)

Emigrato in Germania nel 1977 all'età di 22 anni, ha lavorato come operaio negli stabilimenti della Daimler Benz. Nel 2007 pubblica un libro autobiografico dal titolo "Il medioevo della mia Infanzia" che l'anno successivo, “ Meine kindheit im Mittelalter” verrà pubblicato in Germania in lingua tedesca. Dal 2010 in poi, in occasione del 4° centenario della fondazione di Mirabella Imbaccari, il paese natio, realizza una ventina di documentari nei quali racconta frammenti di storia, memorie e aspetti socio culturali della comunità mirabellese. Nel 2017, traendo spunti dal suo libro, Pino Zaccaria scrive una scenografia e realizza un film a soggetto: “L’INSOLITO INCONTRO”, con scene girate in Germania e nel paese natio in Sicilia."







217 visualizzazioni2 commenti