• Danny Caprio

Cinquanta sfumature di rosso

Ci sono molte domande a cui non so ancora dare risposte, giudizi che restano in un limbo di parole ed immagini alla ricerca del giusto voto. Cinquanta sfumature di rosso (così come Grigio e Nero) è sostanzialmente un film che viene sopraffatto dalle aspettative che si creavano (colpa solo dei fan della serie) intorno ad esso. Definire la trama banale è forse un eccelso complimento, però si lascia gradevolmente guardare. Ci sono alcune forzature nel film e sono anche abbastanza evidenti, legate ad un mondo idilliaco di bellocci pronti a dare manforte alla povera protagonista.

Di tanto in tanto, degno di una pellicola erotica anni '80, i protagonisti si lasciano sopraffare dalle loro voglie e passioni...Queste "pulsioni" danno l'impressione di essere state inserite proprio per rendere onore al nome della trilogia, incentrata sulle avventure sentimentali dei signori Grey.

Non mi sono spiegato la presenza di Rita Ora...

Voto al di sotto della sufficienza 5/10.



0 visualizzazioni